Multiproprietà. Recesso e rimborso

Pratiche commerciali scorrette, violazione del codice del consumo, diritto al recesso ostacolato, costi nascosti e debiti fino a 60 mila euro. Bisogna fare molta attenzione quando ci si imbatte nella cd. “multiproprietà”. Federcontribuenti lancia l’allarme: “dopo agosto sono dicembre e gennaio i mesi preferiti per frodare quanti più consumatori è possibile. Anche firmare una informativa può mettervi a rischio! La scorsa estate sono stati tratti in inganno circa 1.600 consumatori”.

Oltre alle informative incomplete di tutti gli elementi necessari per un acquisto consapevole, al consumatore viene, in genere, mostrata pubblicità dove si afferma che potrà diventare proprietario a pieno titolo di una suite dentro una struttura alberghiera a 5 stelle e che la stessa la si potrà rivendere o scambiare o dare in eredità. Inoltre si afferma che con il rogito notarile l’acquirente è proprietario a pieno titolo, presentando l’offerta come investimento sicuro, libero da spese fisse come la manutenzione o la gestione. “Niente di tutto questo sarà vero: si diventa proprietari del debito e delle infinite spese di gestione”.

A seconda del luogo e del periodo di godimento scelto dal consumatore il prezzo varia dalle 20 mila alle 60 mila euro; prezzo che verrà indicato al consumatore solo in una fase avanzata della trattativa, ponendo l’acquirente tra la morsa – pago le penali e perdo l’acconto o mi tengo la quota vacanze?

Scarica il Pdf con l’approfondimento. (REFUSO: il credito a consumo ha la specifica e non il prestito personale collegato all’acquisto delle multiproprietà     La Voce dei Cittadini 20

Unisciti al coro!
  • 22
  •  
  •  
  •  
  •  

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: