“Trame”, il Festival che combatte le mafie con la cultura e i libri

Dal 19 al 23 giugno si svolgerà a Lamezia Terme la IX edizione di “Trame”, Festival dedicato ai libri sulle mafie, appuntamento imprescindibile per chi si occupa di mafia e scrive di mafia.

Cinque giornate di incontri sulla legalità aperti al pubblico, dibattiti e testimonianze dirette di chi ogni giorno combatte contro il crimine. Ne abbiamo parlato con Armando Caputo, presidente della Fondazione Trame e dell’Associazione Antiracket Lamezia Onlus.

Presidente quanto impegno ci vuole per organizzare un Festival come il vostro?

“Tanta fatica. Con la cultura dicono che non si mangi e un festival come il nostro è troppo scomodo per riuscire ad avere un sostegno economico costante. Per adesso riusciamo a sostenerci con i bandi regionali, a cui di anno in anno partecipiamo, e grazie all’amicizia e all’affetto dei tanti ospiti che ogni anno vengono al festival. Ma soprattutto riusciamo ad andare avanti grazie alla forza dei nostri volontari: oltre 100 ragazzi ogni anno trasformano la nostra città, Lametia Terme, rivestendo ormai un ruolo sempre più importante anche nell’organizzazione del festival. Per gestire quello che ormai è diventato un vero e proprio progetto culturale, l’Associazione Antiracket Lamezia Onlus (Ala) ha costituito la Fondazione Trame, uno strumento necessario che speriamo di riuscire a irrobustire nel prossimo futuro”.

Continua a leggere, scarica il pdf 19/02/19

Unisciti al coro!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: