Il 5 maggio la Giornata nazionale Fai Cisl per la Cura dell’Ambiente

Si svolgerà domenica 5 maggio la Prima Giornata nazionale della Fai Cisl per la Cura dell’Ambiente, che vedrà mobilitate tutte le federazioni regionali del sindacato agroalimentare e ambientale con iniziative rivolte alla salvaguardia del territorio e alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico. Ad annunciarlo ufficialmente è stato oggi il Segretario generale della Fai Cisl, Onofrio Rota, durante il suo intervento all’esecutivo nazionale riunitosi a Perugia. “È un progetto che parte da lontano – ha detto il sindacalista – e che finalmente trova la sua prima realizzazione, sarà una giornata che ci vedrà aprire le porte anche ad altre realtà associative e istituzionali per rilanciare un messaggio a noi caro da sempre: conciliare lo sviluppo economico con la salvaguardia dell’ambiente e della salute si può e si deve”. 

“Già l’anno scorso, con la nostra iniziativa Fai Bella l’Italia – ha affermato Rota – avevamo avviato un percorso culturale e politico molto chiaro, in nome del lavoro agroalimentare e ambientale dignitoso, vera leva di un modello di sviluppo sostenibile e del rilancio intelligente di territori marginalizzati, spesso violentati da scelte politiche irresponsabili. Ora rilanciamo i nostri temi con questa domenica per l’ambiente”. Le federazioni regionali hanno già fornito l’elenco dei luoghi interessati. Alcune  strutture saranno impegnate nella pulizia dei margini dei fiumi, altre raccoglieranno plastica dalle spiagge, altre ancora renderanno accessibili parchi pubblici, aree boschive, sentieri o siti archeologici lasciati in stato di abbandono. A partecipare all’iniziativa, accanto a segretari, dirigenti e iscritti del sindacato, anche giovani volontari, famiglie, studenti.

“Saranno azioni concrete”, ha detto Rota, “ma indubbiamente il progetto ha anche un grande valore simbolico: vogliamo fare la nostra parte, dimostrare che con piccoli gesti quotidiani si possono fare grandi cose, e soprattutto vogliamo riportare all’attenzione l’enorme contributo che i lavoratori dell’agroalimentare, della bonifica, della forestazione, svolgono ogni giorno per innalzare la qualità del cibo e della nostra agricoltura, per mettere in sicurezza il territorio, per agevolare lo sviluppo delle aree rurali, per incrementare le opportunità offerte dalla green economy”. Per il logo dell’iniziativa è stata coinvolta una giovane artista illustratrice, Beatrice Sammaritani, mentre a fare da testimonial è Valerio Rossi Albertini, divulgatore scientifico e ricercatore del CNR, già conosciuto e apprezzato da molti per il suo impegno a favore dell’ambiente e della sostenibilità. “Anche in questo senso”, ha affermato Rota, “siamo orgogliosi di poter dare spazio a volti noti e meno noti, di costruire reti, rafforzare le relazioni con il mondo dell’arte, della cultura, della scienza, perché è questa la vocazione di un sindacato che vuole essere innovatore, che vuole coltivare la propria autonomia e indipendenza ma radicandosi sempre più tra le persone, dentro e fuori i luoghi di lavoro”. Gli aggiornamenti sull’iniziativa saranno pubblicati sui social della federazione e sul sito www.faicisl.it.

Scarica Edizione del 17 aprile 2019

Unisciti al coro!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: